11
Gen 2019

La Chiesa del SS. Sudario di Torino è pronta per riaprirsi alla città e per svelare finalmente, dopo i restauri, lo splendore della sua volta a botte affrescata negli anni ’30 del Settecento dai pittori Piero Alzeri e Michele Antonio Milocco. Il gioiello settecentesco appartenente alla Confraternita del SS. Sudario, e nella cui cripta da vent’anni ha spazio il Museo della Sindone, viene ufficialmente riconsegnato ai torinesi venerdì 11 gennaio. Sarà una giornata densa di appuntamenti, a partire dalle 12 e sino alle 22,30, scandita dall’arrivo delle autorità, da visite e da momenti di preghiera, e culminante in un concerto serale.

Presenti all’incontro le rappresentanti delle dieci restauratici del Centro Conservazione e Restauro della Venaria Reale che ha condotto gli interventi sulla volta. A spiegare il valore artistico e culturale del progetto ci saranno Stefano Trucco, presidente del CCR e gli esponenti degli enti sostenitori del restauro: Giovanni Quaglia, presidente di Fondazione CRT, Laura Fornara, vice responsabile dell’Area Arte, Attività e Beni Culturali della Compagnia di San Paolo, e Carlo Piccolo del Niaf (National Italian American Foundation di Washington), che impossibilitato a venire di persona in Italia ha comunque preparato una lettera di felicitazioni per la positiva conclusione dell’opera.

Chiesa SS Sudario comunicato stampa sulla restituzione alla città

Inaugurazione Restauri Chiesa S. Sudario_11 gennaio 19 _Programma delle 12

Inaugurazione Restauri Chiesa S. Sudario_11 gennaio 19 _Programma della serata

Musicaviva_Programma di sala – Santo Sudario Venerdì 11 gennaio 2019 ore 21

Centro Restauro Venaria _Scheda sull’ Intervento

Chiesa _SS Sudario_ Scheda

Confraternita _SS Sudario_ Scheda

Museo della Sindone _ Scheda

Centro Internazionale Sindonologia_Scheda

Centro Conservazione Restauro Venaria_brochure

Fondazione CRT_Scheda

Compagnia di San Paolo _Scheda

NIAF_Scheda

ILTI Luce_Scheda

Musicaviva Scheda

Lascia un commento

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>