12
Apr 2019

A tu per tu con il Telo: il volto dell’uomo della Croce, le sue mani e tutti i simboli della Passione. “In dialogo con la Sindone”, l’allestimento del fotografo e regista Danilo Mauro Malatesta è finalmente approdata nella chiesa del S. Sudario venerdì 12 aprile, inaugurata alle 18 con un vernissage aperto alla città di Torino. E qui rimarrà per tutto il periodo pasquale e sino a venerdì 26 aprile. Il dialogo è quello incoraggiato da otto lastre fotografiche vitree impresse con l’antica tecnica dell’ambrotipia, la medesima usata dal fotografo amatoriale Secondo Pia per il primo scatto sulla Sindone, nel 1898, e poi ricomposte per riprodurre i tratti dell’Uomo della Croce in scala 1:1. Questa Sindone di vetro è fatta per sollecitare nel pubblico la riflessione sulla sofferenza, sul sacrificio, sulla Redenzione.

Torino, città del Telo, è la prima tappa di un percorso più ampio di “Sindone itinerante” in diverse città della penisola, per un messaggio che intende arricchirsi di stimoli e contenuti. E del resto non c’è luogo più significativo della Chiesa del S. Sudario – riaperta da poco al pubblico dopo due anni di chiusura e all’indomani di un prezioso restauro degli affreschi – per dare impulso al viaggio della Sindone itinerante nei diversi paesi d’Italia.

In dialogo con la Sindone. Mostra fotografica nella Chiesa del S. Sudario_12Aprile 2019

 

In dialogo con la Sindone_ Il trailer

Lascia un commento

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>