25
Ott 2019

Non si contano gli interrogativi suscitati dalla Sindone, il lenzuolo sicuramente antichissimo che reca impressa l’impronta di un uomo morto dopo aver subito il supplizio della crocifissione. La tradizione vuole che il corpo martoriato di cui resta traccia sia lo stesso di Cristo, deposto dalla Croce. La scienza e la storia non hanno a oggi elementi per rispondere con sicurezza né sull’origine, né sulla formazione del Telo, né sulle vicende che lo hanno contraddistinto. Per questo il Lino è tuttora un mistero per tutti coloro che vi si accostano: studiosi, pellegrini, agnostici, uomini di fede. Tanto maggiori le cautele da usare, quando si parli di Sindone, da parte dei media e degli operatori dell’informazione. Ed è stato proprio questo il messaggio lasciato al corso “La Sindone al riparo dalla disinformazione: elementi per un corretto approccio giornalistico e scientifico“, organizzato presso la sala Ascom di via Massena a Torino il 25 ottobre dall’Ordine dei giornalisti di Torino nell’ambito delle proposte di formazione continua (con il riconoscimento di 4 crediti). Ha collaborato al seminario il Centro Internazionale di Studi sulla Sindone, l’ente preposto a coordinare gli studi sulla Sindone, a diffonderne la conoscenza e a raccogliere e conservare tutto quanto la concerne. Non a caso il dibattito si è dipanato a più voci, per un approccio multidisciplinare alle problematiche aperte dal Telo e per un contributo di chiarezza, così da porre un argine al proliferare di notizie spesso scorrette e fuorvianti.

A offrire un filo conduttore ai diversi interventi Marco Bonatti, giornalista, responsabile della Comunicazione della Commissione diocesana sulla Sindone. Relatori: Gian Maria Zaccone, direttore del CISS, Centro Internazionale di Studi sulla Sindone, storico; Enrico Simonato, chimico, segretario del CISS; Nello Balossino, docente di Informatica, direttore del Museo della Sindone e vicedirettore del CISS; Paola Iacomussi, ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica.

Sindone al riparo dalla disinformazione _ 25 Ottobre 2019

Lascia un commento

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>