26
Mag 2018

“Sindone, documento di una sofferenza” è stato il tema che Mons. Giuseppe Ghiberti, cappellano e assistente spirituale del Centro Internazionale di Sindonologia e della Confraternita del SS. Sudario, ha scelto per portare un messaggio di consolazione alla comunità terremotata di Caldarola, nelle Marche. Nel corso della serata di sabato 26 e nella giornata di domenica 27 maggio, giorno della SS. Trinità, don Giuseppe ha incontrato le famiglie per illustrare e spiegare le tracce di dolore contenute nel Lino, concelebrato la Messa con il parroco don Vincenzo e scambiato qualche parola con le dodici religiose agostiniane che abitavano un convento sinistrato dal sisma. Pur nel disagio diffuso le persone hanno accolto con interesse estremo la presentazione del Telo e della figura che porta impressa. La Sindone ha saputo giungere alla mente e al cuore di chi fa della sofferenza esperienza quotidiana, mostrandosi ancora una volta un segno d’amore.

La testimonianza di Mons. Ghiberti

Lascia un commento

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>