Strumento di fede, mistero per scienza e anche straordinaria fonte di ispirazione artistica. La Sindone come leva creativa è il soggetto di un intero pomeriggio di studio al Pontificio Ateneo Regina Apostolorum. A partire dal Salmo 4,7 “Risplenda su di noi, Signore, la luce del tuo volto”, mercoledì 3 aprile è in calendario una articolata serie di conferenze animate dal prof. Gian Maria Zaccone, direttore del Centro Internazionale di Studi sulla Sindone, insieme con Antonio Cassanelli, Roberto Falcinelli e Rodolfo Papa. Previsto tra le 15.30 e le 19 nell’Aula Magna dell’Ateneo, l’appuntamento è il terzo di un apposito ciclo di lezioni a integrazione del programma del corso di Diploma di Specializzazione in Studi sulla Sindone organizzato dallo stesso Ateneo e dall’ Istituto Scienza e Fede Othonia in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi sulla Sindone con sede Torino.

Come già in occasione dei precedenti incontri, le relazioni saranno seguite, in collegamento diretto, anche a Torino, in via San Domenico 28, presso il Centro Internazionale di Studi sulla Sindone, dallo scorso anno sede staccata dell’università romana.

La missionarietà dell’arte sacra sarà al centro dello studio proposto dal prof. Rodolfo Papa, dell’Accademia Urbana delle Arti di Roma, che aprirà il pomeriggio con un approfondimento sui fini delle opere d’arte di carattere religioso e cioé “far risplendere su di noi il Suo volto”.

Il professor Antonio Cassanelli, del Centro Diocesano di Sindonologia Giulio Ricci di Roma, nonché responsabile della Rappresentanza romana del CISS, focalizzerà l’attenzione sul Trittico bizantino di Trevignano Romano, superiore esempio di arte tesa a celebrare la gloria del Signore.

I nuovi studi sulla Veronica romana saranno invece alla base del contributo di Roberto Falcinelli, anche lui esponente del Centro Diocesano di Sindonologia Giulio Ricci.

Conclude il professor Gian Maria Zaccone, Direttore del Centro Internazionale di Studi sulla Sindone, con un intervento sull’immagine dolorosa di Cristo nella pietà cristiana. Il riferimento immediato è alla Sindone e ai suoi inequivocabili segni della Passione. Una Passione che si specchia nel volto calmo dell’Uomo della Croce, portatore di pace e promessa di speranza.

       

Lascia un commento

XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>