Sindone: una “nuova” luce della scienza